Alle pendici dell’Etna, incastonato in uno splendido parco, sorge il Ristorante Sabir Gourmanderie.

Immaginate il Gusto, proprio quello con la “G” maiuscola. Adesso abbinateci eleganza e creatività. Infine, perché la ricetta sia davvero completa, occorre tutta la vulcanicità di un carattere e di un territorio unici. Se avete seguito perfettamente le istruzioni, il risultato sarà Sabir Gourmanderie, la scommessa gastronomica dello Chef etneo Seby Sorbello. Un vero e proprio percorso sensoriale, attraverso le bontà tipiche, i vini e le specialità dell’alta gastronomia siciliana, etnee in particolare.

Un gioiello dell’Etna.

Come una gemma preziosa, Sabir Gourmanderie si incastona perfettamente all’interno del Parco dei Principi Resort, dove sorge il lussuoso Esperia Palace Hotel a Zafferana Etnea, nel cuore stesso del vulcano, e dove Seby Sorbello è Chef Patron, dirigendo le cinque cucine e la pasticceria della struttura alberghiera a cinque stelle di famiglia, creata dalla signora Enza.

Sinfonia dei sensi.

“Diciamo subito – spiega Seby – che i cultori del gusto, gli amanti delle emozioni culinarie apprezzano da anni il nostro modo di presentare la Sicilia e l’Etna nei piatti e nelle ricette.
Con Sabir Gourmanderie abbiamo voluto creare un valore aggiunto dei sensi: vista, gusto, olfatto… perché tutte quelle tipicità ed eccellenze della nostra Isola potessero esprimersi ancora di più, in una vera sinfonia gastronomica”.

Il menù

Memoria della tradizione culinaria dello Chef Seby Sorbello

Scopri il Menù

La carta dei vini

Curata dal sommelier della casa Mauro Cutuli

Vedi la Carta

Dicono di noi

“Cucina colorata e mediterranea, a tratti creativa, sebbene sempre su base locale, in un bel ristorante che mutua il proprio nome da un antico idioma in uso nei porti del Mediterraneo: una sorta di esperanto dei commercianti marittimi. In estate, optate per il fresco e romantico servizio nel parco.”

Ispettori della Guida MichelinGuida Michelin

“Tirando le somme, mare, campagna, “a muntagna” (l’Etna), tanti buoni vini gastrodeliranti e nessun paletto geografico, ma tanta bella leggerezza figlia di un gran mestiere, con il bonus di una mano molto attenta e felice nell’accostare con intelligenza il tutto, e per finire quel piacevole tocco (un sussurro appunto) di sciovinismo sicilianeggiante che ci sta bene.”

Fabio Ricciowww.gastrodelirio.it

“il risultato è più che soddisfacente: una serie di assaggi ben costruitiche ne dimostrano la professionalità ormai acquisita”

Luigi CremonaWITALY - Porzioni Cremona